<

NO TITLE

Ecco. Mi ritrovo a pagina 129 di "Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino" e penso proprio che non avrei mai dovuto cominciarlo. Ci vedo troppo della mia vita. Quella recondita, invisibile per gli altri, estremamente pesante per me. E’ la vita che ho vissuto nell’inconscio resa reale e stampata su carta. "Non hai avuto molto dalla vita ma era comunque questo quello che volevi". Esattamente

- PURE LIFE